Image Hosted by ImageShack.us
La raccolta delle mie ricette spiegate e fotografate passo passo

25 novembre 2011

HO RIPROVATO A FARE IL PANE...MA NON MI CONVINCE ANCORA

Print Friendly and PDF
Chi ha seguito i precedenti post sapra' sicuramente delle mie avventure con "TINA" la mia pasta madre e del mio primo disastro con la preparazione del pane, adesso che la mia "TINA" e' matura ho voluto riprovarci e devo dire che il risultato e' stato decisamente migliore come cottura e alveolatura ma il pane era con retrogusto acidognolo abbastanza fastidioso direi, ho seguito la ricetta di MARIABIANCA del blog "PANZAEPRESENZA" la ricetta e' perfetta ma il sapore acido della pasta ha rovinato tutto. Quindi adesso mi chiedo come posso fare per correggere questa acidita'???? Ancora una volta vi chiamo a raccolta care amiche di PASTA MADRE per aiutarmi a capire dove sbaglio. Oggi ero proprio rassegnata volevo buttare tutto in aria , ma poi mi son calmata e ho desistito.... HELP!!!!HELP!!!!!

Ingredienti:

700 g di semola rimacinata di grano duro (io ho fatto 500 di semola e 200 di farina 00)

100 g di pasta madre rinfrescata (io ne ho messa 130 gr )

450 ml di acqua tiepida

2 cucchiai di olio d’oliva (si possono anche omettere)

15 g di sale

semi di sesamo

Versione con il bimby:

Mettere nel bimby 450 ml di acqua,100 g di pasta madre a pezzetti,2 cucchiai di olio d'oliva e fare andare per 2 minuti e 30 secondi velocità 2.

Aggiungere la farina ed il  sale e fare andare 20 secondi velocità 5 più 2 minuti e 30 secondi velocità spiga.

Fare la palla ed inciderla a croce.Metterla in una ciotola con sotto una spolverata di semola e lievitare tutta la notte.


L’indomani mattina mettere della semola rimacinata su una grande teglia  e,dopo aver dato la forma di pistuluni, deporre il pane e lievitare per altre 4 ore.

Non resta,poi,che spennellare la parte superiore del pane  con acqua servendosi  di un  pennello da cucina e poi cospargere con abbondanti semi di sesamo.


Infornare a 280° per circa 40 minuti

4 commenti:

Mary ha detto...

perche che problema ha , io la vedo una bella pagnotta.

carla ha detto...

purtroppo non mi intendo di pasta madre,ma ricordo di aver mangiato del pane napoletano che aveva questo retrogusto acidulo,ma non e' ce magari deve essere cosi' e hai usato troppo lievito?oppure,non so se quel retrogusto si smorzi con dello zucchero...aspetto con te le risposte,cosi' poi prendo coraggio e provo a fare una madre!

Housewives ha detto...

il pane è senza dubbio bello , del sapore non ti so dire , mi sarebbe piaciuto assaggiarlo , vero è che con il lievito madre il spaore cambia ma di solit non dovrebbe saper "acido" , io sinceramente avrei messo del lievito madre in più , di solito si mettono 3 parti di farina ed 1 parte di lievito madre , avrei evitato il contatto diretto del lievito con dell'olio , la parte grassa (sembra che rallentino i processi di lievitazione e facciano proliferare batteri ) quindi avrei messo olio e sale solo nel secondo impasto ,e ne avrei allungato la lievitazione a 6 ore ..
può darsi che la tua pasta si sia inacidita troppo , la tieni in frigo ? ogni quanto la rinfreschi ? può dipendere anche dalla farina usata e potrei anche azzardare che ho avuto cattiva esperienza con una farina molto pubblicizzata :-(

prova di nuovo e non ti arrendere :-)

Housewives ha detto...

si vero , ma quelli erano dei filoncini a lunga lievitazione e con diversi impasti , non richiedevano la semola rimacina che ha un valore w basso rispetto alla manitoba o alla semplice farina 0 , la ricetta dei filoncini l'avevo trovata su un giornale ma era con soli 10 grammi di lievito di birra , in quel caso ho fatto i calcoli più o meno facendo corrispondere 10 g di lievito a 100 g di pasta madre dato che per un chilo di farina in genere ci vanno circa 25 g di lievito mentre di pasta madre almeno 300 g (così ho diviso i grammi di pasta amdre che corrispondevano a 10 g di lievito di birra ed ho arrotondato un pò ) ...

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...