Image Hosted by ImageShack.us
La raccolta delle mie ricette spiegate e fotografate passo passo

24 agosto 2013

PASTA CON LE SARDE

Print Friendly and PDF
Oggi e' una serata di quelle un po' silenziose quasi tristi , una serata di fine estate , di quelle in cui ti sovviene la malinconia per la bella stagione che se ne va' ma nello stesso tempo l'entusiasmo per la nuova stagione che sta' arrivando.
 Ogni estate mi capita così!!!  di fermarmi a pensare a quello che e' stato e quello che sarà, solo che quest'anno e' tutto nuovo perché da quando sono diventata mamma ogni giorno e' un giorno nuovo e anche il futuro non mi spaventa anzi mi entusiasma...
Ogni giorno vedo crescere mia figlia con i suoi progressi e i suoi dentini e con lei cresce anche una mamma che da goffa e inesperta adesso inizia a capirci qualcosa di un' universo che fino a poco tempo fa' le era sconosciuto, fatto di tanti sacrifici ma ripagati da un' amore immenso.
Dopo questa riflessione da "MAMMA" sta sera vi propongo un classico della cucina Siciliana ovvero "la pasta con le sarde" o per lo meno una delle tante versioni che trovate in giro!!! 
Esistono 2 varianti principali , quella della zona palermitana, cosiddetta "in bianco" senza aggiunta di sugo di pomodoro, e un'altra diffusa nell'agrigentino in cui è previsto il pomodoro.
Infine ne esiste una terza chiamata " Alla Palina" che non è altro che una rivisitazione in versione ancora più povera della classica pasta con le sarde che comunque di persè era già un piatto povero perché fatto con un pesce povero.
Un ulteriore curiosità ve la cito testualmente: 
“Pare che la ricetta della pasta con le sarde così come la facciamo oggi, con il finocchietto selvatico, sia stata “inventata” per ovviare ad un inconveniente… il cattivo odore delle sarde!
Sì, proprio così! Perché è vero che le sarde in quanto pesce economico popolavano la tavola del popolo ma è pur vero che i metodi di conservazione passati non fossero molto efficaci, capitava quindi che le sarde puzzassero un po’… per nascondere il cattivo odore qualcuno abbinò alla pasta con le sarde il finocchietto selvatico che, con il suo sapore intenso, ne camuffò il cattivo odore”


INGREDIENTI X 2 PERSONE:


Formato Pasta : rigorosamente Bucatini 200 gr

200gr di sarde freschissime

2 acciughe sott'olio

cipolla q.b.

1 spicchio d'aglio

150gr Finocchietto selvatico q.b.

3 grossi pomodori

Olio extravergine di oliva

sale

peperoncino

50gr di pangrattato(io non l' ho messo)


Preparazione:

Prima di tutto pulite e sfilettate le sarde, aprendole a libro e togliendo la lisca centrale e anche quelle laterali e la coda. Sciacquatele per bene.



Lavate anche il finocchietto e lessatelo per 15 minuti in acqua salata. Scolatelo,  lasciatelo raffreddare e poi tritatelo. Tenete da parte il liquido di cottura.

Spellate il pomodoro e tagliatelo a cubetti.

In una casseruola fate soffriggere con olio la cipolla e l'aglio tritati finemente e lasciate sciogliere un' acciuga.
Aggiungete una parte delle sarde e lasciate insaporire mescolando. Aggiungete anche il pomodoro , salate, e aggiungete il peperoncino lasciando sobbollire per dieci minuti, a fuoco basso insieme al finocchietto.
A questo punto unire il resto delle sarde e lasciar cuocere per altri 5 minuti .

*Facendo in questo modo le sarde rimarranno intere e non una poltiglia.

Tostate il pan grattato in padella salandolo e pepandolo.

Lessate la pasta  nel liquido di cottura e  del finocchietto e scolatela molto al dente. Terminate la cottura della pasta nel tegame delle sarde mescolando. Spolverizzate con il pangrattato tostato.
(io purtroppo l'avevo finito e l'ho omesso ma voi non fatelo perché il croccante e' d'obbligo)












.





2 commenti:

Luisa Piva ha detto...

il tipico piatto che uno deve mangiare almeno una volta nella vita.. un classico intramontabile e buonissimo!
brava

DIFRAVI DI IMPARANDOCUCINANDO ha detto...

Luisa: si diciamo che se vieni in Sicilia non puoi non assaggiarlo

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...